La chirurgia a cuore battente

Normalmente gli interventi cardiochirurgici sono resi possibili grazie all’impiego della circolazione extracorporea, ovvero grazie all’utilizzo di una macchina cuore-polmone” che garantisce una circolazione sanguigna in tutto l’organismo mentre il cuore viene intenzionalmente fermato per potere eseguire l’intervento chirurgico.

Sebbene la macchina cuore-polmone permetta di eseguire con sicurezza molti interventi al cuore, essa è responsabile di una risposta infiammatoria generalizzata innescata dal contatto del sangue con il materiale non biologico del circuito.

In casi selezionati, è possibile ricorrere alla chirurgia “a cuore battente”, che consiste nell’eseguire l’intervento senza l’ausilio della circolazione extracorporea mentre il cuore continua a muoversi, e con speciali stabilizzatori, che immobilizzano selettivamente la parte del cuore su cui viene effettuato l’intervento.

Vantaggi della chirurgia a cuore battente:

  • possibilità di operare pazienti a rischio per la circolazione extracorporea
  • maggiore stabilità cardiaca postoperatoria
  • minore sanguinamento postoperatorio
  • minori complicanze polmonari e renali
  • riduzione del tempo medio di degenza ospedaliera postoperatoria

Da tempo, il nostro centro ha avviato la chirurgia “a cuore battente” riservandola a pazienti selezionati e nei casi in cui la circolazione extracorporea comporterebbe un rischio aggiuntivo di complicanze postoperatorie.


Struttura ad Alta Specializzazione
Personale qualificato e tecnologia all'avanguardia sono al vostro servizio.
© Copyrights 2024 - Policlinico di Monza - powered by IT Impresa - trasparenza - privacy policy - cookie policy