Dott.ssa Raffaella Desiati
Dott.ssa Laura Accardi
dott raffaella desiati   dott laura accardi


La Pedodonzia

Detta anche odontoiatria pediatrica o infantile, è la branca dell’odontoiatria rivolta ai bambini (fino ai 14 anni circa) che si occupa di prevenire l’insorgenza di lesioni cariose dei denti da latte (decidui), della loro cura e di intercettare eventuali malocclusioni.
La perdita prematura di un dente deciduo infatti può causare, negli anni successivi, problematiche riguardanti la perdita di spazio per i denti permanenti, per questo gli specialisti consigliano di conservare i cosiddetti denti da latte il più a lungo possibile.



La carie

Il termine carie deriva dal latino “caries”, che significa “cavità vuota”. Si tratta di una malattia infettiva che colpisce i tessuti duri del dente (smalto, dentina e cemento) creando dei veri e propri “buchi vuoti”.
Alcuni dei batteri normalmente presenti nella nostra cavità orale creano queste “cavità” nei denti, tuttavia per poterlo fare hanno bisogno di alimenti che contengano elevate quantità di zuccheri.
Grazie agli zuccheri, infatti, possono riprodursi a dismisura e, così facendo, creano acidi che, a lungo andare, bucano il dente. Se la carie viene trattata in tempo, recuperare il dente è facile e veloce.
Qualora invece la carie venga trascurata ed i batteri arrivino al centro del dente ove si trova la polpa, per recuperare il dente ci sarà bisogno anche di una Terapia Canalare o Devitalizzazione.
Alcuni denti cariati eccessivamente trascurati alle volte non sono recuperabili in nessun modo: non resta che estrarli per evitare dolori ed ascessi ricorrenti e anche il rischio di gravi infezione generalizzate.
Ecco perché è importantissimo spazzolare i denti dopo ogni pasto, affinché i batteri non abbiano modo di danneggiare il dente.
Inoltre, visite di controllo regolari dal dentista permettono di individuare precocemente le carie in stadi iniziali, così da poter recuperare i denti con terapie non invasive senza correre il rischio di dover perdere dei denti.
Compito dello specialista è quindi quello di insegnare al bambino le buone regole di igiene orale e di intervenire da una parte prevenendo l’insorgere della carie con quella che viene chiamata sigillatura ovvero ricoprire i solchi particolarmente accentuati dei molari, con una speciale resina in modo da renderne più facile la pulizia e dall’altra andando a curare gli eventuali denti cariati tramite otturazioni.
Il tutto ovviamente utilizzando sempre materie prime biologiche e prodotti atossici escludendo quindi l’amalgama d’argento, ormai sconsigliatissima a qualsiasi età.
 

Stop alla paura

Lo specialista in Pedodonzia è una figura importante perché oltre alle capacità professionali deve possedere anche determinate qualità caratteriali tali da permettergli di entrare in empatia con il bambino per capire l’approccio più adeguato da seguire al fine di tranquillizzarli, se agitati, spiegandogli cosa sta per accadere. Il bambino non nasce con la paura del dentista, spesso ne ha timore perché ha sentito gli adulti parlarne in maniera negativa ed è per questo che anche i genitori devono avere un ruolo fondamentale nell’infondere serenità al piccolo paziente.
 

L’ Endodonzia

È quella branca dell’odontoiatria che si occupa delle devitalizzazioni dei denti. Quando le carie arrivano ad intaccare il nervo del dente, questo deve essere amputato.
All’interno del dente, sotto i tessuti duri meglio noti come smalto e dentina, vi è una cavità all’interno della quale si trova un tessuto molle chiamato polpa. La polpa contiene vasi sanguigni, nervi e tessuto connettivo che sviluppandosi dà vita alla parte dura del dente. La polpa si estende dalla corona del dente fino alla punta delle radici ed è fondamentale per lo sviluppo e per la maturazione di ogni dente. Tuttavia, una volta giunto a completa maturazione, un dente può sopravvivere senza la polpa perché continua ad essere alimentato dai tessuti che lo circondano.
Oggi le moderne strumentazioni rotanti realizzate in nichel titanio permettono una devitalizzazione più sicura, veloce e completa.
L’ausilio dell’anestesia locale rende infine il procedimento assolutamente non doloroso per il paziente.
  

News dal Gruppo

Equipe multispecialistiche e biotecnologia cardiovascolare: ecco come al policlinico di monza si affrontano le patologie dell’aorta toraco-addominale

Si chiama “Tecnica del...

Infezioni ospedaliere: ecco come prevenirle

Il Policlinico di Monza è da tempo in prima linea per combattere le infezioni ospedaliere e da qualche anno lo fa con un vero e proprio...

Immagini migliori e qualità più elevata a servizio del paziente

Più tecnologia al servizio del paziente: da qualche mese la Clinica Salus di Alessandria ha raggiunto...