Tumori rettali e terapia adiuvante: il contributo del Dott. Mario Trompetto

Lo studio a cui ha partecipato il Dott. Trompetto della Clinica Santa Rita di Vercelli ha messo a confronto la sopravvivenza a lungo termine dei pazienti con cancro del retto ypT0/ypTisN+ trattato con terapia adiuvante con quella dei pazienti con cancro del retto di stadio 3a. L’analisi dei dati suggerisce che questi sottogruppi potrebbero essere classificati insieme sulla base dei loro simili esiti clinici e valutazione patologica, sottolineando l'importanza della terapia adiuvante nei pazienti che presentano metastasi linfonodali residue.

Lorenzon L, De Luca R, Santoro G, Parini D, Rega D, Mellano A, Vigorita V, Jiménez-Rosellón R, Sandin M, Andriola V, Gallo G, Marino G, Turati L, Marsanic P, Marano L, Lucarini A, Aprile A, Sagnotta A, Senior SICO Supervising Members, Biondi A, D’Ugo D, Delrio P, Balducci G, Montesi G, Muratore A, Ruano Poblador A, Persiani R, Frasson M, Roviello F, Vincenti L, Trompetto M, La Torre G, Scala D, Sgroi G, Patriti A, Simone M, Scabini S, Mancini S. Pathologic stage of ypT0N+ rectal cancers following neo-adjuvant treatment: clinical interpretation of an orphan status
Pathol Res Pract 237:154002, 2022
Link: https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/35849868/

27 Luglio 2022

News dal Gruppo

Il Prof. Claudio Ligresti, Responsabile dell’Unità Operativa di Chirurgia Post Bariatrica e Chirurgia Vulnologica della Clinica Santa Rita di Vercelli, ha recentemente pubblicato il...
Il Dott. Stefano Ciardullo, del Centro di Diabetologia, Endocrinologia e Malattie del Metabolismo del Policlinico di Monza, ha pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism il...
La Società Tedesca di Traumatologia (Deutsche Gesellschaft für Unfallchirurgie - DGU) ha pubblicato il volume che celebra il centenario della fondazione. Dal 1922 al 2022 è stato...